Blog

Tutte le News e Promozioni di RISI Carpenteria SA

Infestazione di roditori e martore? Ecco come difendersi

infestazione roditori

Chiunque abbia avuto a che fare con faine, ghiri, martore e topi in casa, sa quanto spiacevole possa essere questa esperienza. Esistono misure per prevenire il problema in modo definitivo, così da evitare le scomode e rischiose conseguenze di una infestazione di questi animali.

Chiunque, almeno una volta nella vita, ha avuto a che fare con martore, roditori, insetti, uccelli ed altri animali che proliferano in ambienti come il sottotetto delle nostre abitazioni. Questo fenomeno è più ridotto in città, mentre è all’ordine del giorno in zone boschive o di campagna. Questo tipo di animali, così come insetti e volatili, si introducono furtivamente nelle nostre abitazioni attraverso fori e buchi che sono spesso difficili da individuare. Una volta entrati, essi trovano nelle nostre case un habitat perfetto, in particolare negli ambienti generalmente più caldi, bui e meno frequentati, come mansarde, soffitte e sottotetti.

Danni faine o ghiri nella coibentazione termica 2

In particolare prediligono l’isolazione termica dell’intercapedine tra la copertura del tetto e il rivestimento interno, preferibilmente nella lana minerale.

Lì il roditore nidifica, crea la propria tana e si riproduce molto velocemente, trasformando un semplice “soggiorno” in una vera e propria infestazione.

Vediamo insieme come individuarli e come affrontarli, ma soprattutto, come prevenire il loro insediamento nella nostra abitazione.

 

1) Come ci accorgiamo della presenza di questi roditori nella nostra abitazione? Come identifichiamo di che animale si tratta?

A differenza di altri animali infestanti, che possono essere più piccoli e silenziosi, e quindi più difficili da individuare (come acari, tarme e pulci), la presenza di un roditore/martora/faina nella nostra abitazione non passa facilmente inosservata.

Danni faine o ghiri nella coibentazione del tetto

Alcune indicazioni che un nocivo si è intrufolato nella vostra abitazione sono:

  • Rumori di piccoli e svelti passettini durante la notte, provenienti dal sottotetto: martore, faine, ghiri e topi prediligono le ore serali e notturne per fuoriuscire dalle loro tane alla ricerca di cibo, quindi sarà facile sentire i loro passi mentre si aggirano nel sottotetto e nell’intercapedine;
  • Rumore di rosicchiamento: un altro indice uditivo caratteristico della presenza di questi animali nella nostra casa è il frequente e insistente rumore delle travi o listonature di legno della nostra copertura che vengono graffiate e rosicchiate dai potenti incisivi di questi intrusi;
  • Tracce biologiche: indizi più spiacevoli della presenza di questi animali infestanti nella nostra abitazione sono il ritrovamento di feci e il forte odore di urina;
  • Tracce del loro passaggio: spesso è possibile scovare le vie percorse dai roditori lungo le intercapedini a causa delle tracce e dei materiali isolanti che lasciano dietro di sé;
  • Tane o nidi: è possibile anche avere indicazione della loro presenza scovando le loro tane nella coibentazione termica, costruite nel materiale isolante.

Identificare di che animale si tratta è un lavoro più complesso e certo poco piacevole (esaminarne le feci, infatti, è il miglior modo per identificare l’animale), che è preferibile lasciare a personale esperto.

 

2) Quali rischi comporta la presenza di martore e roditori?

La presenza di roditori nella nostra abitazione non va mai ignorata: sebbene liberarsi di un singolo ghiro o faina sia una operazione veloce e non troppo dispendiosa, sottovalutare la situazione potrebbe portare problemi di infestazione gravi, che comportano molteplici rischi:

  • RISCHI PER LA SALUTE: in primo luogo, i roditori o faine sono da sempre stati, e sono tuttora, veicoli e portatori di agenti patogeni, a volte anche gravi. Le malattie più comuni collegate ai roditori sono:
    • Salmonella, trasmessa tramite la contaminazione del cibo con feci o urina;
    • Leptospirosi, la più diffusa e pericolosa in Europa;
    • Tifo Murino, trasmessa dalla pulce del ratto;
    • Colera, trasmesso con cibi contaminati.
  • RISCHI PER LE STRUTTURE: i nocivi hanno incisivi che tengono costantemente affilati rosicchiando travi di legno ed oggetti in plastica. Frequenti sono i danni alle strutture lignee (con i pericoli che ne conseguono) o alle canaline elettriche (che, in casi estremi, possono portare a incendi). Possono inoltre causare devastanti infiltrazioni d’acqua oltre che una grande dispersione termica;
  • RISCHI PER GLI ALIMENTI: quali animali infestanti, i roditori sono alla costante ricerca di cibo. Non è difficile trovare infatti confezioni di alimenti rosicchiate e compromesse. Queste vanno immediatamente distrutte, perché il rischio è che siano state compromesse da feci o urina;
  • RISCHIO DI ALTRE INFESTAZIONI: un ambiente malsano e infestato già da una colonia di roditori, spesso invoglia l’arrivo di altri ospiti indesiderati, e ricordiamoci che i parassiti rischiosi che possono vivere sui roditori (come le pulci) sono essi stessi infestanti e pericolosi per l’uomo.

 

3) Come difendersi?

I metodi per liberarsi dall’infestazione di questi animali sono i più disparati. Innanzitutto bisogna ispezionare il nostro tetto ed individuare le tracce lasciate in modo da accertarsi che vi sia una infestazione di nocivi. Fatto questo,

  • Nei casi meno gravi, la semplice posa di trappole (esistono anche trappole non letali per l’animale) o veleni può risolvere la situazione;
  • Nei casi più gravi, può rivelarsi necessario l’intervento di personale specializzato nella disinfestazione della vostra abitazione

Soluzioni dirette come queste, tuttavia, potrebbero non rivelarsi sufficienti a debellare definitivamente l’infestazione. Infatti, l’utilizzo di trappole non fa che rimandare il problema, poiché di certo, se la vostra casa è un buon habitat per ghiri, faine e martore, questi torneranno. Compiere una disinfestazione totale è scomodo e dispendioso e non previene future infestazioni. Infine, alcuni potrebbero non voler cospargere la casa di veleni pericolosi anche per i bambini e gli animali domestici.

 

4) Soluzione

Una ingegnosa soluzione è quindi quella di prevenire l’infestazione prima che si verifichi, difendendo il vostro sottotetto dall’invasione di questi animali con una rete anti-martore e anti-roditori. Questo impianto solitamente è consigliato in combinazione con un risanamento energetico del tetto, installato da una ditta specializzata. La rete ostruisce ogni via d’entrata al vostro sottotetto per i nocivi, che, dopo qualche vano tentativo, cercheranno un’altra dimora.

rete anti nocivi

La soluzione della  rete anti-martore e anti-roditori è indubbiamente la misura migliore per evitare spiacevoli intrusioni nella vostra abitazione, perché evita tutte le controindicazione dei metodi più diretti, rispetta l’ambiente perché non vi costringe ad usare dannosi agenti chimici, e rispetta gli animali stessi, senza ucciderli con trappole e veleni tossici.

rete anti nocivi tetto

Concludendo, se in passato avete avuto già spiacevoli episodi di infestazioni di faine e altri animali nocivi nel vostro sottotetto e temete che possa succedere di nuovo, potreste approfittare del prossimo lavoro di ordinaria manutenzione della vostra copertura per effettuare l’installazione della rete per il sottotetto, e prevenire una volta per tutte qualsivoglia tipo di infestazione della vostra abitazione.

Contattateci per maggiori informazioni e per un sopralluogo gratuito: 

Chiamaci per una consulenza

079 641 09 76

Oppure scrivici un messaggio

info@risicarpenteria.ch