Blog

Tutte le News e Promozioni di RISI Carpenteria SA

Perché scegliere il tetto in legno?

Perché scegliere il tetto in legno

Hai deciso di realizzare un tetto in legno per la tua abitazione?

Il legno non solo è un materiale che consente di creare un tetto bello esteticamente ma presenta numerosi vantaggi per l’abitazione.

Prima di decidere se realizzare un tetto in legno è importante però sapere quali sono le sue principali caratteristiche. Da cosa è composto un tetto in legno? Quali i suoi vantaggi?

Scopriamolo insieme!

 

1. Perché scegliere il tetto in legno?

Il tetto in legno può rivelarsi la scelta giusta in quanto questo materiale ha delle caratteristiche che lo rendono particolarmente ideale per i tetti delle abitazioni. Perché sceglierlo? Perché è vantaggioso sia da un punto di vista strutturale che pratico.

Il legno infatti dona bellezza, calore e confort all’abitazione. È di facile lavorazione, ha ottime proprietà isolanti ed è un materiale noto per le sue peculiarità igroscopiche ovvero agisce in modo naturale come regolatore dell’umidità.

 

2. Tetti in legno: come sono fatti

Un tetto in legno è caratterizzato da differenti strati. Nello specifico il tetto in legno è composto da:

  • Struttura portante: è la parte del tetto a cui si andranno a sovrapporre gli strati funzionali di questa tipologia di tetto.
  • Barriera al vapore: questa sezione regola il passaggio del vapore dall’interno all’esterno. Come si compone? È caratterizzata da membrane in differenti materiali che consentono di regolare il passaggio e la diffusione del vapore acqueo che dall’interno degli ambienti riscaldati sale verso l’esterno. Perché è utile? Perché evita che si formi la condensa negli strati della copertura, principale causa di possibili danni nel lungo periodo.
  • Strato di ventilazione: la funzione principale di questo strato è quella di mantenere asciutti i materiali della struttura garantendone una maggiore durata nel tempo. Il tetto ventilato è costituito da un’intercapedine che consente agli stati sottostanti di respirare. Come mantiene asciutti gli strati? Attraverso lo scambio d’aria tra interno ed esterno e nello specifico tra le sottotegole e le parti più basse. Garantisce inoltre una temperatura stabile dovuta proprio al ricircolo dell’aria.
  • Strato termoisolante: è lo strato che impedisce la dispersione di calore durante la stagione invernale e mantiene l’ambiente più fresco nella stagione calda. Un tetto con un buon isolamento favorisce inoltre il risparmio energetico riducendo notevolmente i costi delle bollette.
  • Listello: consente l’appoggio della copertura.
  • Copertura: il tetto può essere ricoperto da differenti materiali. I più diffusi sono i coppi o le tegole, ma in realtà ne esistono di molti altri come le lamiere metalliche o i pannelli.

 

3. I vantaggi del tetto in legno

Optare per il legno piuttosto che per altri materiali può essere per tanti aspetti la scelta migliore. I vantaggi racchiudono un po’ il perché scegliere il tetto in legno piuttosto che in altri materiali. Ma esattamente di quali vantaggi parliamo? I principali vantaggi sono:

  • LUNGA DURATA: il legno è un materiale particolarmente resistente nel tempo. Si adatta inoltre molto bene ai cambiamenti climatici.
  • ELEVATO POTERE ISOLANTE: questo materiale rispetto al cemento o al ferro ha un maggior potere isolante, caratteristica che garantisce ottime prestazioni termiche.
  • ISOLAMENTO ACUSTICO: la composizione della copertura del tetto in legno offre un’elevata insonorizzazione rendendo questa tipologia di tetto un ottimo isolante acustico.
  • SICUREZZA: la leggerezza e l’elasticità di un tetto in legno lo rendono ideale per tutte le abitazioni ubicate in zone a rischio sismico. Il legno è infatti antisismico in quanto caratterizzato per natura da un elevata resistenza alla compressione. Tutto ciò cosa vuol dire? Che in caso di terremoto, il legno sarà in grado di attutire le sollecitazioni, garantendo una maggiore sicurezza rispetto ad altri materiali. Ma non solo terremoti, il legno al contrario di quanto spesso si pensi è altamente resistente al fuoco. Gli strati interni infatti vengono isolati e protetti dalla carbonizzazione degli strati superficiali mantenendo così per un tempo più lungo la sicurezza dell’abitazione in caso di incendio.
  • DESIGN PERSONALIZZATO: il tetto in legno oltre a richiedere meno tempo per la sua costruzione è personalizzabile donando all’abitazione un forte impatto estetico andando in contro ai gusti e alle esigenze degli abitanti della casa. È possibile infatti personalizzare sia dal punto di vista architettonico e di design che di colore.


4. Copertura con tegole in legno

Come abbiamo anticipato per la copertura del tetto, le tegole sono sicuramente le più diffuse.

Le tegole in legno chiamate anche scandole di legno sono in realtà molto antiche e rappresentano una tecnica costruttiva utilizzata in passato nei paesi molto freddi.

Le tipologie di legno utilizzate sono varie tra cui il pino, il larice, il rovere e il castagno.

Per realizzare la copertura del tetto, le tegole vengono sovrapposte in due o più strati per un massimo di quattro, tutto dipende dall’inclinazione e dalla pendenza del tetto. Ogni singola tegola viene inoltre selezionata in modo che sia in grado di combaciare con le altre per creare così uno strato aderente e sigillato alla perfezione.

Infine il legno non essendo un materiale impermeabile, nella fase precedentemente alla messa in opera delle tegole, il letto di posa viene rivestito per essere impermeabilizzato. In questo modo il tetto sarà resistente agli agenti atmosferici e si eviteranno possibili infiltrazioni nel sottotetto.

Se hai preso la tua decisione e desideri realizzare il tetto in legno per la tua abitazione affidati a degli esperti che sapranno garantire un lavoro di copertura perfetto e saranno consigliarti anche da un punto di vista estetico come valorizzare al meglio la tua casa.